P E O P L E  
Di   solito   quando   si   viene   qui   si   è   sempre   in   movimento.   Riproponiamo   anche   qui,   tra brousse   e   città   polverose,   la   frenesia   occidentale.   Pianifichiamo   il   nostro   tempo   per non   avere   attimi   vuoti,   quelli   di   cui   abbiamo   più   paura.   Poi,   quando   si   è   obbligati   ad attendere    –    e    quante    volte    questa    terra    ti    costringe    farlo!    –    allora    si    vedono    cose diverse.   Non   si   “studia”   più   ciò   che   si   ha   davanti   agli   occhi,   non   ci   si   sforza   di   capire,   si osserva   e   si   accetta   questa   normalità   come   se   fosse   la   nostra.   “Dio   ha   dato   l’orologio agli    svizzeri    e    il    tempo    agli    Africani”    mi    ha    detto    una    volta    l’amico    Jean    Leonard mascherando il ritardo dietro al suo dolce sorriso congolese. (Marco Aime)
Una    sola    cosa    allora    volevo: tornare   in   Africa.   Non   l’avevo ancora   lasciata,   ma   ogni   volta che    mi    svegliavo,    di    notte, tendevo   l’orecchio,   pervaso   di nostalgia. (Ernest Hemingway)
AFRICA
Com’è l’Africa? –gli chiedevano. – Stanca (Alessandro Baricco)
Puoi   svegliarti   anche   molto   presto   all’alba,   ma   il   tuo   destino   si   è svegliato mezz’ora prima di te. (Proverbio africano)
GALLERY
I diritti d’autore di tutte le fotografie sono di proprietà di Paolo Grappolini  2016 PhotoEmozioni - Tutti i diritii riservati Paolo grappolini p  h  o  t  o  g  r  a  p  h  e  r  paolograppolini@virgilio.it  Impruneta F I R E N Z E  ITALY LINK
PHOTOEMOZIONI