I diritti d’autore di tutte le fotografie sono di proprietà di Paolo Grappolini  2016 PhotoEmozioni - Tutti i diritii riservati Paolo grappolini p  h  o  t  o  g  r  a  p  h  e  r  paolograppolini@virgilio.it  Impruneta F I R E N Z E  ITALY LINK asmara 2017 patrimonio dell’umanita’ L’Architettura modernista, razionalista e futurista dell’Africa Orientale Italiana, si è sviluppata negli anni ’30 ad Asmara capitale dell’Eritrea. Gli artefeci sono giovani architetti e ingegneri troppo all’avanguardia per l’Italia dell’epoca, inviati in Eritrea per realizzare una città moderna, la  città dell’utopia. Questi giovani architetti, ingegneri, geometri italiani che arrivano ad Asmara per preparare la nuova pianta della città, per costruire edifici pubblici e case, sono liberi di sperimentare, di scegliere stili distanti da quello littorio amato in patria in quegli stessi anni. Un’architettura libera da vincoli che ha dato vigore ad alcuni concetti futuristi dell’epoca come la velocità, rappresentata dalle macchine, dagli aerei  e da tutto ciò che significava movimento. Alla fine degli anni trenta, si dice circolassero più vetture ad Asmara che a Roma e l’emblema della città è la stazione di servizio Fiat Tagliero, una realizzazione unica per l’epoca, assomigliante ad un aereo con le sue ampie ali che sembra decollare! Autostazioni, officine, garage autoparchi, autorimesse sono la “modernità” di Asmara. La cultura e le tradizioni  italiane che si trovano ancora oggi ad Asmara nei numerosi bar dove si possono gustare ottimi caffè e cappuccini, nei ristoranti e nelle case degli eritrei dove si mangiano spaghetti e pizza. Infine gli splendidi cinema e teatri che ci ricordano le  sale cinematografiche della nostra infanzia. Lo stile di vita di ognuno qui ad Asmara è influenzato dal carattere dello spazio urbano. Gli edifici influenzano quello che vedi, come ti muovi e il carattere della città. Luglio 2017 Asmara dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità.  Così l’Unesco ha riconosciuto l’unicità di Asmara. Unico non solo il risultato, la bellezza, ma anche la bravura di semplici geometri e giovani architetti italiani.   Ma se Asmara ha mantenuto il suo fascino con viali alberati, bar, cinema, edifici razionalisti, il merito principale è della sua gente, che è stata  tollerante e saggia da preservarla.
gallery
L’emblema di asmara
PHOTOEMOZIONI